Mercoledì, Maggio 24, 2017

Una grande marcia per la memoria e l'identità

Marcia del centenarioÈ stato un evento memorabile. La Marcia del centenario, che si è snodata attraverso i rioni di Avezzano, nella notte del 26 aprile, rischiarata ed arrossata dai tradizionali “focaracci” in onore della Madonna di Pietraquaria, ha registrato una partecipazione di popolo che raramente si ha occasione di incontrare in una cittadina in cui molto spesso le ansie private prevalgono sui sentimenti comuni. Una partecipazione, un esser partecipi, che porta in sé una voglia di conquista di identità attraverso momenti in cui memoria del passato, coscienza del presente e visione del futuro si tengono insieme, fanno cemento.

Leggi tutto...

La Marcia del Centenario trova consensi inaspettati

Corsa dei fuochiCresce di ora in ora l'interesse per la marcia del Centenario. Hanno raggiunto un numero considerevole le iscrizioni al Trekking urbano e continuano a pervenire con grande sorpresa degli organizzatori. Oltre che dalla totalità dei rioni di Avezzano, le adesioni giungono da tutti i comuni della Marsica, a testimonianza dell'interesse che una manifestazione come questa riscuote.
L'imprevista partecipazione, oltre ad un sentimento di soddisfazione, ha creato anche una qualche difficoltà organizzativa. Solo per citare un esempio: erano state preparate cento maglie commemorative (cento come gli anni della ricorrenza) da consegnare ai partecipanti, ma questo numero, considerato il grande afflusso di iscrizioni, è diventato sempre più irrisorio per cui molte altre sono state ordinate ma saranno disponibili solo dopo l'evento. L'organizzazione si impegnerà a consegnare queste maglie personalmente ai partecipanti nel loro domicilio. È previsto anche il rilascio di un attestato di partecipazione che vuole rappresentare un segno per la memoria, sia del tragico evento del 1915 che della sua commemorazione nel 2015.
È evidente come non sia peregrina o campanilistica la richiesta di ridare vita alla Corsa dei fuochi, questa volta, però, istituzionalizzandola con l'intervento precipuo del Comune di Avezzano. Non sono molte, infatti, le occasioni in cui la volontà di sentirsi comunità possa esprimersi in questa città.

Il Comune di Avezzano gestisca direttamente la riserva

Roberto Matrostefano, presidente dell'Associazione "Il Salviano", ha inviato una nota al sindaco di Avezzano per chiedere che la Riserva Naturale Regionale del Monte Salviano venga gestita direttamnte dal comune con l'utilizzo di unità interne adeguatamente qualificate e valorizzate. Come si sa attualmente la riserva viene gestita dall'Associazione Ambiente e/è vita alla quale Mastrostefano non risparmia frecciate critiche in particolare per quanto riguarda il disinteresse di questa verso il Centro Naura Marsica. Nonostante impegni precisi sottoscritti con il comune di Avezzano l'associazione Ambiente e/è vita ha creato le condizioni affinché l'Asociazione "Il Salviano" si vedesse costretta a chiudere i battenti di tale centro.

Scarica testo della nota

Una marcia per ricordare

Manifesto Corsa dei FuochiSi riaccende lo storico percorso della Corsa dei fuochi, una manifestazione sportiva che in passato ha animato lo spirito degli avezzanesi nel giorno dedicato alla Madonna di Pietraquaria. L'occasione è quella della commemorazione del centenario del Terremoto di Avezzano. L'Associazione Il Salviano, l'Erci team e il CSEN (Centro sportivo educativo nazionale) daranno vita il 26 aprile alla Marcia del centenario, un trekking urbano della memoria a staffetta aperto e gratuito per tutti.

Leggi tutto...

Presentato il Rapporto Ambientale (VAS) del Piano di Assetto Naturalistico della Riserva “Monte Salviano”

Il Comune di Avezzano non ha più scusanti per non avviare le procedure di legge per l’adozione ed approvazione del P.A.N. della Riserva - strumento di pianificazione territoriale sovraordinato ad ogni strumento di pianificazione vigente, e quindi anche al P.R.G. -,  con la definizione della procedura di VAS, si può concretizzare la realizzazione di uno sviluppo sostenibile della Città di Avezzano e del suo comprensorio, attraverso la valorizzazione delle aree interessate (naturali-agricole-urbane e periurbane), e l’attuazione dei progetti individuati nel PAN, che interessano varie tematiche (recupero e riqualificazione di aree archeologico - naturalistiche, di zone umide e fluviali, di aree industriali dismesse, di vaste aree agricolo - ambientali, di risorgiva e centro didattico educativo, di aree sportivo-ricreative e culturali, ecc.) -.

Leggi tutto...

Altri articoli...

Pagina 1 di 2

Inizio
Prec.
1

Cinque per mille

Il Murale: Aria Terra Fuoco

Text Size